La musica riaccende Parigi, dagli Stiff Little Fingers agli Scorpions, i concerti ripartono

mercoledì 18 Novembre 2015 - Ambiente

La musica riaccende Parigi, dagli Stiff Little Fingers agli Scorpions, i concerti ripartono I terroristi mi hanno impedito molte volte di vedere i live e quei misfatti mi hanno rubato un pezzo importante della vita": così Jake Burns, leader degli irlandesi Stiff Little Fingers, riporta la musica a Parigi dopo gli attentati.


"Grazie mille per essere venuti. È un piacere immenso essere a Parigi questa sera. Stiamo solo per dare vita a un normale concerto. Ci sembra questa la cosa da fare: spero siate d'accordo". E poi sempre rivolti al pubblico che gremiva la sala: "Tutti i cuori del mondo sono sintonizzati con i vostri". Con queste parole, col lutto al braccio e col pezzo Nobody's Hero, Jake Burns, leader degli Stiff Little Fingers, ieri sera ha riportato la musica a Parigi. È stata la prima band a farlo dopo gli attentati. Prove tecniche di un ritorno alla normalità ad appena quattro giorni da quella carneficina generazionale che è andata in scena al Bataclan. "Il rock è immondo. Col terrore, noi spegneremo i vostri concerti" era stato il messaggio, scritto col kalashnikov, dell'Isis. Ma questo obiettivo può considerarsi miseramente fallito. I concerti dal vivo tornano nei locali della capitale francese. Gli Stiff Little Fingers, glorie del punk-rock irlandese, hanno riportato la grande musica live nei mille e uno locali parigini, pieni di storia, identità, dignità. Ritmo e consapevolezza. Un po' come, nel loro piccolo, gli "Stiff", che si sono esibiti al Back of the Mill, dalle parti del Moulin Rouge: "Siamo cresciuti a Belfast, sotto le bombe dell'Ira: conosciamo bene l'inferno che state attraversando. Quando ero ragazzino, i terroristi mi hanno impedito tante volte di assistere a un concerto annullato per i disordini. E quei misfatti mi hanno rubato un pezzo importante della vita. Ne ho sofferto molto - ha dichiarato Burns, alla ribalta dalla fine degli anni settanta. Ho quindi cercato di mettermi nei panni dei parigini contemporanei, magari nostri fan; e abbiamo onorato il nostro impegno

Scrivi il tuo commento all'articolo

   

Se le lettere non fossero abbastanza chiare, premere F5 per cambiarle